Vai al contenuto principale

 

tombola di einstein 2020

 

 

gsn invito volume varuzza 2019

 

«Due secoli fa il filosofo e saggista nordamericano Henry David Thoreau scriveva che nell’ambiente naturale incontaminato sta il salvataggio del mondo e, aggiungeva, forse questo è il significato nascosto dell’ululato del lupo da sempre esistito tra le montagne, ma raramente percepito nel suo vero significato dall’uomo. Troppo a lungo ci siamo allontanati dall’ambiente naturale, perdendo la capacità di interpretarne il linguaggio, i segni e il significato. Questa è stata una perdita culturale forse inevitabile, ma certamente gravissima perché – bene o male – è nell’ambiente naturale che le nostre città, le nostre strade e i nostri campi agricoli si estendono, erodendolo costantemente.

 

Il libro di Paolo Varuzza cerca di veicolare le conoscenze utili per capire il “linguaggio” degli ambienti selvatici (o piuttosto para-selvatici, perché di ambienti realmente selvatici oggi ne restano ormai pochini nel nostro paesaggio!) attraverso la decodificazione dei segni, delle tracce e delle orme lasciate dagli ungulati. Insegna come gestire e anche usare (perché no?) in modo sostenibile le popolazioni di cinghiali, caprioli, cervi, daini e mufloni: tutte specie di interesse venatorio, di norma mal amministrate dall’uomo.»

Dalla presentazione al volume di Sandro Lovari.

 

CV breve di Paolo Varuzza

rondoni post

presentazione volume tonelli page 0001

locandina2020

 

Prima circolare 2020

Regolamento concorso

post e gsn 07.11.19

 

 

«Un Inverno BESTIALE - Strategie animali per sopravvivere al freddo» - Mostra sensoriale interattiva, organizzata dal Post - Perugia Officina per la Scienza e la Tecnologia, in collaborazione con la Galleria di Storia Naturale del Centro di Ateneo per i Musei Scientifici dell'Università degli Studi di Perugia.

invito mammalia 2019 gsn post

 

Programma M'ammalia 2019 POST & GSN

CV breve Alessandro Rossetti

 

volantino veterinaria zootecnia

La visita

Le raccolte, recentemente allestite presso il Laboratorio di Storia dell’Agricoltura di Casalina, sono suddivise in sezioni: nella sezione di zootecnia sono conservati, in otto teche verticali, alcuni dei preparati tassidermizzati realizzati da Cesare Gugnoni più di un secolo fa. Nelle prime tre teche sono esposte le teste delle principali razze bovine, ovine e caprine, una quarta teca contiene i reperti degli animali domestici che più hanno usufruito della globalizzazione nel XIX secolo: gli equini, i suini, i leporidi e i bachi da seta. Le altre quattro teche conservano i volatili allevati come animali “da bassa corte”: i galliformi, gli anatiformi e i colombiformi. Alla base di ogni teca si trovano degli approfondimenti che illustrano le caratteristiche più interessanti dei diversi gruppi, tra cui si ricordano: i tabù alimentari; una storia sociale ed economica della lana; i trend attuali e futuri nel consumo della carne. Una vetrina molto importante è poi quella che raccoglie i reperti coloniali reperiti durante le missioni organizzate dall’Istituto superiore agrario in Africa. In fondo alla sezione zootecnica è poi stato ricostruito simbolicamente il salotto di Ezio Marchi, con alle pareti le foto di famiglia e una raccolta di antiche incisioni raffiguranti galliformi. La sezione osteologica comprende exhibit  sulle dentizioni degli animali domestici, sulla podologia veterinaria e sul ruolo che Ezio Marchi ebbe per la caratterizzazione della razza bovina chianina. Un pannello semitrasparente, che ripercorre la cronologia degli insegnamenti universitari, introduce poi nella sezione di veterinaria. Questa parte dell’allestimento è decorata con degli ingrandimenti di foto dell’inizio del XX secolo che raffigurano la scuola di veterinaria ai tempi di Eugenio Aruch. Tra gli argomenti trattati in questa sezione ricordiamo: 1) la microscopia ottica, illustrata con la ricostruzione della scrivania di un anatomista, 2) la riproduzione degli animali domestici e 3) le operazioni chirurgiche spiegate con strumenti chirurgici d’epoca e con un antico letto operatorio veterinario ricostruito.                                                                                                       Prima di uscire da questa sezione i giovani visitatori trovano due grandi lavagne di ardesia dove possono riprodurre, guidati da degli schemi, gli apparati digerenti dei principali animali domestici.

 Mercoledì 23 ottobre 2019 ore 11

Aula Magna del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari, ed Ambientali

San Pietro in Perugia - Borgo XX Giugno, 74

 

Conferenza stampa di presentazione del libro Naturalia e artificialia. Musei, raccolte e collezioni dell’Università degli Studi di Perugia e dei videoclip CAMS – Mondi a portata di mano

 

thumbnail cams copertina 3 solo fronte 1 1

 Intervengono

Franco Moriconi - Magnifico Rettore Università degli Studi di Perugia

Andrea Romizi - Sindaco di Perugia 

Leonardo Varasano - Assessore alla Cultura del Comune di Perugia

Michele Toniaccini - Sindaco di Deruta 

Antonella Pinna - Servizio Musei, Archivi e Biblioteche della Regione Umbria

Cristina Galassi - Direttore del  CAMS, Centro di Ateneo per i Musei Scientifici dell’Università degli Studi di Perugia

 

more info

 

amaremat19 banner web ok

amarematica12.10.19

 

                  Programma completo di Amarematica 2019

 

sharper 2019

 

MUSEI APERTI - 27 settembre dalle 21.00 alle 24.00 
Gipsoteca dell'Università degli Studi di Perugia - Palazzo Pontani via dell'Aquilone, 7 Perugia
Alle ore 21.00, anteprima delle video clip di presentazione del CAMS e del suo progetto culturale, educativo e comunicativo.
A seguire, e fino alle 24.00, tutti i Musei dell'Università in un caleidoscopio di visite alla Gipsoteca, attività e giochi per tutti.

A cura del Centro di Ateneo per i Musei Scientifici

Programma Sharper 2019 a Perugia

invitosaou

 

SI AVVISA CHE PER MOTIVI TECNICI LA GALLERIA DI STORIA NATURALE DI CASALINA SARA' TEMPORANEAMENTE CHIUSA AL PUBBLICO DAL 02/09/19 AL 06/09/19

 

PER INFORMAZIONI CHIAMARE IL 366 6811012

 

OGGI, 20 GIUGNO 2019, LA GALLERIA DI STORIA NATURALE SARA' CHIUSA NEL POMERIGGIO PER MOTIVI TECNICI

rotelle

 

Il Giardino delle Rotelle Mancanti

di

Ornella Ricca e Pietro Spagnoli

Inaugurazione dell'installazione artistica Venerdì 21 giugno 2019 alle ore 12:00

l'opera sarà visitabile dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 18.30 fino a venerdì 19 luglio

Orto Medievale - Complesso Monumentale di San Pietro

Borgo XX Giugno 74 - Perugia

 

Nell'ambito della chiusura della mostra “Luce, Figura, Paesaggio. Capolavori del Seicento in Umbria” sarà inaugurato il Giardino delle Rotelle Mancanti . L’installazione artistica di Ornella Ricca e Pietro Spagnoli è formata da rotelle arrugginite e consumate dal tempo, che rappresentano altrettanti momenti significativi in cui si è manifestata in maniera evidente la mancanza di equilibrio, la follia umana, mettendo in pericolo il destino della Terra e di tutti i suoi abitanti, o generando straordinari cambiamenti a beneficio dell'umanità e del Pianeta.

Il Giardino è un'installazione itinerante, che ricerca, per essere ospitata, luoghi dove l’intelligenza non sia separata dalla coscienza, dove si coltivano in sinergia le arti e le scienze: le Università sono dunque un luogo d'elezione per l'opera.

I Rettori delle Università italiane hanno abbracciato il progetto di far circolare negli atenei del paese l'installazione artistica realizzata da Ornella Ricca e Pietro Spagnoli. In ordine di tempo l'opera è stata in mostra presso la sede della Normale a Pisa, il Museo Paleontologico dell’Università della Calabria e l'Orto botanico dell'Università degli Studi di Firenze.

Dopo l'inaugurazione dell'opera seguirà un aperitivo offerto dalla FIA-Fondazione per l'Istruzione Agraria in Perugia

Ingresso libero

 

Curriculum Ornella Ricca

Curriculum Pietro Spagnoli

Locandina dell'evento

 

festa dei boschi 2019

futuro nel verde

 

Verrà inoltre inaugurato il roseto dell'Orto botanico, in cui si illustra la storia della coltura delle rose: dalle specie botaniche asiatiche, medio orientali, americane ed europee ai principali gruppi di rose coltivate.... dalle rose antiche  ai gruppi di rose coltivate più moderne.

locandina tutti giu per terra cams ridotta

 

 

"Tutti giù per terra (giro giro tondo, casca il mondo, casca la terra)"

Installazione artistica di Ornella Ricca e Pietro Spagnoli

Inaugurazione Sabato 1 Giugno ore 10.00

Complesso monumentale di San Pietro, secondo chiostro

L'installazione artistica sarà visitabile tutti i giorni fino a domenica 23 Giugno 2019

Sabato 1 giugno presso l'Abbazia di San Pietro a Perugia, nel corso dell'inaugurazione della sesta edizione degli Open Days del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali (vedi programma allegato), sarà inaugurata anche l'opera"Tutti giù per terra (giro giro tondo, casca il mondo, casca la terra)", installazione artistica di Ornella Ricca e Pietro Spagnoli.

Il progetto artistico di Ornella Ricca e Pietro Spagnoli, un girotondo di bambini che continua a ruotare allegramente intorno alle macerie della parola EARTH, vuole esprimere il messaggio dei due artisti riguardo alla mancanza di coscienza e di consapevolezza con cui vengono affrontati i sempre più gravi problemi del degrado ambientale e umano contemporaneo.

Il CAMS partecipa alla sesta edizione degli Open Days con diverse attività, vedi programma in allegato.

Ingresso libero

Informazioni: http://dsa3.unipg.it/asanpietro/

www.cams.unipg.it

3666811012

 

PROGRAMMA OPEN DAYS A SAN PIETRO

PROGRAMMA CAMS OPEN DAYS A S. PIETRO

CURRICULUM ORNELLA RICCA

CURRICULUM PIETRO SPAGNOLI

invito rondoni 30 maggio 2019

 

Informazioni

 

invito notte dei musei gipsoteca 2019

 

"La Notte Europea dei Musei" e La "Giornata Internazionale dei Musei"

cams buona pasqua 2019

 

 

laudi

 

ciro2

 

MORE INFO

 

presentazione festa boschi 19

Giovedì 11 aprile 2019, alle ore 11,00 presso la  Galleria Tesori d’Arte della Fondazione  per l’Istruzione Agraria in Perugia – Borgo XX Giugno 74, verrà presentata la V edizione della Festa dei Boschi, promossa dalla Regione Umbria e organizzata da FAI – Bosco di San Francesco di Assisi, Forabosco di Collestrada, Parco Mola Casanova di Umbertide, Fondazione per l’Istruzione Agraria, C.A.M.S. (Centro di Ateneo per i Musei Scientifici), Parco di Colfiorito, Ecomuseo Paesaggio degli Etruschi di Porano e Libera Università di Alcatraz.

Al termine della presentazione, verrà proposta una visita guidata gratuita alla mostra “Luce Figura e Paesaggio. I Capolavori del Seicento in Umbria” allestita all’interno della stessa Galleria Tesori d’arte.

Il programma della manifestazione verrà illustrato dagli organizzatori che presenteranno i boschi protagonisti delle sette giornate in cui è articolata la Festa.

Come ormai consuetudine, anche quest’anno c’è l’inserimento di un nuovo sito tra le proposte della Festa: il bosco di Santa Cristina presso la Libera Università di Alcatraz (Gubbio).

Scopo della Festa, che si avvale anche dell’esperienza della Rete degli Ecomusei dell’Umbria, è valorizzare i polmoni verdi e le aree di interesse culturale, attraverso attività che sappiano evocarne il mistero, il fascino, la pace e il silenzio.

La Festa dei boschi non solo si è consolidata e rafforzata negli anni diventando un appuntamento primaverile atteso e apprezzato, ma continua a crescere grazie all’impegno e alla passione dei suoi organizzatori.

Le attività proposte anche in questa edizione spaziano dalle passeggiate ai laboratori creativi all’aria aperta, dalla musica al teatro e alle visite ai luoghi della cultura. E ancora: incontri ravvicinati con animali (dalle api agli asinelli, dalle farfalle ai rapaci notturni); per i più sportivi trekking e tiro con l’arco; per i più piccoli giocoleria e teatro di figure animate. Non mancheranno poi lezioni pratiche per conoscere, raccogliere e utilizzare le erbe spontanee, attività dimostrative di inanellamento scientifico e birdwatching in palude e tanto altro ancora. 

Intermezzi gastronomici, merende e pranzi a prezzi convenzionati vengono proposti dagli organizzatori per permettere di trascorre l’interna giornata all’aperto.

Primo appuntamento Domenica 28 aprile al Bosco di San Francesco (Assisi), giornata organizzata dal Fai – Fondo Ambiente Italiano; le prossime iniziative si susseguiranno Domenica 5 maggio all’Ecomuseo del Paesaggio degli Etruschi (Porano), Domenica 19 maggio al Forabosco di Collestrada (Perugia), Domenica 26 maggio al Parco di Colfiorito (Foligno), Domenica 9 giugno a Mola Casanova (Umbertide), Domenica 16 giugno al Bosco di Santa Cristina (Gubbio) e Domenica 23 giugno alla Rocca di S. Apollinare e a San Biagio della Valle (Marsciano).

 

cams 11 aprile conferenza jonathan kingdon

In occasione della conferenza il Prof. J. Kingdon donerà al CAMS una splendida raccolta di suoi disegni di Mammiferi africani, come riconoscimento per le attività di cooperazione culturale e scientifica che il CAMS da anni conduce in Tanzania e in Etiopia.

 

 

hanami

 

 

PROGRAMMA COMPLETO

 

cams invito presentazione volume tonelli

 

INFO SUL LIBRO E SULL'AUTORE

 

kennis kennis scuola paleoantropologia 2019

 

Chi sono i fratelli Kennis?

Kennis & Kennis Recostruction

 

Informazioni:
Galleria di Storia Naturale:  36668110120759711077Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.www.cams.unipg.itwww.facebook.com/museostoria.naturalecasalina

 

 

 

locandina cams tavola disegno 1

BIOGRAFIA AURORA STANO

 

Informazioni:
Galleria di Storia Naturale:  36668110120759711077Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.www.cams.unipg.itwww.facebook.com/museostoria.naturalecasalina

 

 

invito darwin day 2019

Informazioni:
Galleria di Storia Naturale:  36668110120759711077Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.www.cams.unipg.itwww.facebook.com/museostoria.naturalecasalina

 

invito preview andy warhol 18 gennaio

 

COMUNICATO STAMPA WARHOL

 

INFORMAZIONI SULLA MOSTRA

 

MARILYN MONROE DI ANDY WARHOL

 

 

 

 

proroga2019

 

 

Vai a inizio pagina
Sommario